Skip to content Skip to footer

Disturbi d’ansia

Disturbi d'ansia

Secondo il DSM V, il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali,

“i disturbi d’ansia comprendono quei disturbi che condividono  caratteristiche di paura e ansia eccessive e i disturbi comportamentali correlati”.

Quindi la paura è la risposta emotiva alla minaccia eminente, mentre
l’ansia è l’anticipazione di una minaccia futura.

Vi sono diversi disturbi d’ansia, come il disturbo d’ansia di separazione, il disturbo d’ansia generalizzato, il disturbo di panico, la fobia sociale.

Nel disturbo d’ansia generalizzato, il soggetto presenta ansia e preoccupazioni eccessive e persistenti che riguardano vari ambiti, e che fa fatica a controllare. L’individuo presenta anche sintomi fisici, come irrequietezza o tensione, difficoltà di concentrazione, tensione muscolare, disturbi del sonno.

Nel disturbo di panico c’è un’improvvisa comparsa di una paura o disagio che sfociano in pochi minuti senza che vi sia una precisa causa scatenante, accompagnati da sintomi fisici e cognitivi. Questo disturbo presenta anche una serie di sintomi somatici, come sudorazione, tachicardia,
tremori, difficoltà respiratorie, nausea, vertigini, instabilità. 

Oltre a ciò vi sono anche sintomi psicologici come la paura di perdere il controllo, di svenire, di morire e di impazzire.

Disturbi d'ansia Illustrazione di Mohamed Hassan

Nel disturbo d’ansia sociale, la persona evita le interazioni sociali in cui si incontrano persone sconosciute, situazioni in cui l’individuo è osservato mentre mangia/beve, situazioni in cui si esibisce di fronte agli altri. Il soggetto ritiene di essere valutato negativamente dagli altri, si sente imbarazzato, rifiutato, offeso dagli altri.

 

Sempre secondo il DSM V, molti disturbi d’ansia si sviluppano in età infantile e tendono a
persistere se non vengono curati.
Una volta realizzato di avere un disturbo di ansia è molto importante farsi aiutare, in quanto
questo tipo disturbo non va sottovalutato.
L’ansia può assumere significati diversi a seconda del soggetto, del momento di esordio, della sintomatologia. Può, inoltre, compromettere il funzionamento sociale, lavorativo, relazionale e in altre aree.

 

Altri contenuti che potrebbero interessarti:

Go to Top